Elisabeth Moss viaggia indietro nel tempo per rintracciare un assassino

Elisabeth Moss e Wagner Moura ne Le ragazze splendenti

Elisabeth Moss e Wagner Moura entrano ragazze lucide
Foto: AppleTV+

Chi sta minacciando Elisabeth Moss questa volta? I personaggi spesso assediati dell’attore cinematografico hanno resistito Sessismo aziendale degli anni ’60, patriarcato teofascistaanche un cazzo invisibile e abusivo ex. L’ultimo progetto di Moss (come protagonista, regista e co-produttore esecutivo) mira a lasciare quelle sofferenze nella polvere. In Apple TV+ in otto parti ragazze lucide, interpreta Kirby Mazrachi, una sopravvissuta che rintraccia un serial killer che salta nel tempo. Harper (Jamie Bell), che odia le donne americane, lo è adesso, allora, ogni volta. Fa registrazioni dal futuro e le riproduce alle vittime al telefono per ridere. A peggiorare le cose, ma forse anche a proteggerla, c’è il fatto che Kirby continua a scivolare incontrollabilmente in realtà alternative. Avvertimento per i tossicodipendenti: TLe emozioni che catturano un assassino sono annacquate in espedienti metafisici.

Basato sul romanzo bestseller di Lauren Beukes del 2013, Vanity sovrappone drammi procedurali giornalistici, fantascientifici e traumatici, con indizi sparsi e manipolati per farci indovinare per sei ore e mezza. Il nostro quadro di riferimento è Chicago, 1992, dove Kirby vive con la madre musicista rock (Amy Brenneman) e un gatto di nome Grendel in un modesto appartamento con due camere da letto. Kirby lotta negli archivi del seminterrato del Chicago Sun Times, raccogliere e distribuire clip e ricerche ai giornalisti nel bullpen. Mentre intreccia il suo carrello di file tra le scrivanie, con il Walkman stretto alle orecchie, Kirby sembra imbronciata, guardinga, quasi paranoica. Quando viene a sapere che il giornalista Dan Velazquez (Wagner Moura) sta indagando sull’omicidio di Julia Madrigal – il suo corpo mutilato è stato trovato infilato in un tubo dell’acqua – Kirby conosce la sua missione. “Con Julia, abbiamo otto anni. Sono tutti uguali a me. Devo solo convivere con questo”, dice Kirby.

Anni fa, Kirby è sopravvissuta a un’orribile rapina notturna. L’aggressore gli fece profondi tagli sull’addome che formarono una croce e una scatola di fiammiferi fu conficcata all’interno della cavità. La scatola di fiammiferi proveniva da un bar che non esiste più. Kirby stava portando a spasso il suo cane sulla spiaggia in quel momento e non ha mai visto il suo aggressore. Ma lei ha sentito la sua voce. Lo sente di nuovo quando ascolta le registrazioni delle telefonate agghiaccianti ricevute dall’ultima vittima, Julia Madrigal.

La voce appartiene ad Harper, un misterioso sconosciuto che appare nella scena iniziale del primo episodio, mentre ha una conversazione educatamente spettrale con una giovane ragazza sul portico di casa (che diventa Kirby), intorno al 1964. La ragazza ha costruito un circo giocattolo di oggetti trovati come ruote e fili. Dopo aver catturato un’ape, strappatogli le ali e averla lasciata su un gradino, Harper porge al bambino spaventato un Pegaso di plastica da aggiungere al suo carnevale. “Una puledra non attira molte persone”, sussurra, “ma sono più facili da spezzare”. Nel quarto episodio, “Assegnazione”, Kirby arriva alla terrificante consapevolezza che l’uomo che ha incontrato decenni fa ora la affronta di notte in una lavanderia a gettoni deserta e non è invecchiato. Da parte sua, Harper lo è furioso che l’acconciatura di Kirby sia cambiata. Dopo una sanguinosa lotta tra loro, Harper si rende conto che Kirby può saltare il tempo come lui. Il gatto e il topo hanno appena ricevuto un frattale.

Per Kirby (che ha adottato il nome dopo il suo attacco), i colpi di scena della realtà potrebbero essere la sua unica difesa contro la caccia da parte di Harper, che scopre di essere sopravvissuta al suo attacco grazie a un incontro ubriaco con Dan. (È un giornalista, ha dei demoni.) Ma provocano anche intense crisi esistenziali. La showrunner Silka Luisa li trasforma anche in un’abile metafora del trauma e del recupero, di come la violenza possa far deragliare permanentemente il senso di sé e del tempo. “Tutto è come sempre, e poi non lo è”, dice Kirby a sua madre. “Niente è dove dovrebbe essere, e non lo riconosco più.” Un gatto di nome Grendel diventa un cane di nome Grendel. Kirby lavora a una scrivania al mattino, poi gli viene detto che la sua scrivania è sempre stata dall’altra parte della stanza. Un medico legale passa da una donna a un uomo. Alla fine del primo episodio, il suo appartamento è salito di un piano; sua madre se n’è andata; ed è sposata con il fotografo Marcus (Chris Chalk, Magnetic).

Jamie Bell ne Le ragazze splendenti

Jamie Bell dentro ragazze lucide
Foto: AppleTV+

ragazze lucide si svolge lentamente, come Zodiaco su Xanax, che potrebbe essere un’atmosfera ipnotica per alcuni o snervante per altri. Per tenerci agganciati, soprattutto dopo che le regole di base sono state stabilite nei primi quattro episodi, gli sceneggiatori e i registi dello show analizzano i dettagli. Ad esempio, un ombrello rosso scoperto da Jin-Sook Gwansun (una Phillipa Soo al comando) sul tetto dell’Adler Planetarium ritorna in un episodio successivo quando lo compra per strada, poi lo appende al lavoro, poi… senza dubbio è stato rubato da Harper. Tali trucchi cronologici e della vita reale sono inizialmente spaventosi, ma diventano confusi e noiosi con il progredire della serie. In alcuni angoli del multiverso, l’hardware ha più impatto di un film.

Gli slittamenti temporali e i salti del multiverso sono eccellenti (vedi Tutto ovunque tutto in una volta), ma inserito in una narrativa macabra e semi-realistica, il dispositivo può sembrare una fuga inebriante. Per uno spettatore, la sfida è capire le regole del mondo. Se Harper ha una conoscenza divina di ciò che è accaduto o accadrà, come può essere ingannato o catturato? Qual è esattamente la casa magica che permette ad Harper di viaggiare nel tempo con cui alla fine Kirby deve fare i conti? Il passo dell’ascensore—cacciatore di spiriti + Proiettore +Stefano Re! — è anche, in definitiva, lo svantaggio. Dalla serie di profili dell’FBI di David Fincher, nessuno spettacolo ha catturato il mix di lavoro investigativo e trambusto, aumentando la tensione. E i dettagli del periodo sono decisamente carini: Microfiche! Mini cassette! Risponditori! Ma finalmente, ragazze lucide sacrifica la profondità psicologica per il flash quantistico.

.

Add Comment